Catalogna e Baleari ospiti d’onore alla Fiera di Bologna

Sharing a Future: Books in Catalan / La Catalogna e le Baleari Ospite d’onore alla Bologna Children’s Book Fair

Sono in programma in Fiera e in città circa quaranta attività con oltre sessanta partecipanti. Due esposizioni mostreranno gli illustratori più rappresentativi.

La Catalogna e le isole Baleari si presentano a Bologna con un programma dal titolo Sharing a Future: Books in Catalan – chiaro riferimento all’importanza del pubblico giovane per il futuro della letteratura – che prevede oltre quaranta attività in Fiera e in città con più di sessanta partecipanti. Il programma è stato coordinato dall’Institut Ramon Llull, consorzio di cui fanno parte il Governo catalano, il Governo delle isole Baleari e il Comune di Barcellona, che si occupa della promozione all’estero della lingua e della cultura catalane.

Manuel Forcano, direttore dell’Institut Ramon Llull: “La letteratura per ragazzi è il futuro della letteratura: senza nuovi lettori, la letteratura non ha futuro. Lanciamo un appello a favore della letteratura presentando la realtà plurale dei libri in catalano per bambini e ragazzi, con contributi dai diversi territori di lingua catalana”.

Izaskun Arretxe, direttrice dell’Area di Letteratura e Pensiero dell’Institut Ramon Llull: “Il settore dei libri per bambini e ragazzi in Catalogna è vivace e diversificato, con un potenziale incredibile e autori di eccellenza, fra cui molti noti a livello internazionale. Essere invitati alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna rappresenta una svolta importante in questo processo di internazionalizzazione.”

La letteratura per bambini e ragazzi in Catalogna e nelle Baleari Il settore della letteratura per bambini e ragazzi, così come quello dell’illustrazione, vantano una lunga tradizione in Catalogna e nelle isole Baleari, una tradizione che risale al Quattrocento con le Publicacions de l’Abadia de Montserrat – la casa editrice più antica d’Europa – ed è a tutt’oggi estremamente vitale: per fatturato, 41,4 milioni di euro all’anno (dati del 2015), è al momento il terzo settore nell’industria editoriale. Il tessuto culturale e professionale dei territori di lingua catalana costituisce uno stimolo costante per scrittori, illustratori, disegnatori, traduttori, editori, librai, insegnanti, ricercatori, critici, agenti letterari, bibliotecari e operatori culturali. La forza di questo tessuto ha portato a una creazione di qualità, a un fecondo bagaglio di conoscenze e a una fonte di innovazione che meritano di essere condivisi con altri Paesi Il settore editoriale del libro per bambini e ragazzi offre un panorama maturo, ricco e diversificato: un nutrito numero di case editrici indipendenti e innovative, e case editrici di livello internazionale e con filiali in tutto il mondo. In questo territorio e in lingua catalana viene fornita una formidabile offerta formativa nel campo dell’illustrazione, dell’edizione, della scrittura e della ricerca nella letteratura per bambini e ragazzi che alimenta la conoscenza e la creatività dell’intero settore.

Sharing a Future: Books in Catalan
Come Ospite d’onore, nel programma di attività e nelle esposizioni porremo in primo piano l’importanza dell’illustrazione e della letteratura per bambini e ragazzi in lingua catalana. Il nostro programma, come già annunciato dal titolo, ruota intorno a tre assi:

– Uno sguardo rivolto al futuro, con la convinzione che la letteratura per bambini e ragazzi rappresenti il futuro del mondo – un futuro ottimista, nuovo e moderno – e che i bambini siano il motore di questo mondo futuro e i libri il nutrimento dei loro sogni.

– Un futuro che deve essere condiviso, perché è con la corresponsabilità di tutti che potremo offrire ai bambini e ai ragazzi di ogni Paese l’opportunità di accedere a libri di qualità letteraria e artistica e perché siamo convinti della capacità trasformatrice dei libri per creare un mondo migliore.

– Offriremo il nostro contributo attraverso la nostra realtà del libro per bambini e ragazzi in lingua catalana, realtà capace di fornire un generoso apporto a questo futuro per il posto di primo piano che occupano l’illustrazione e la letteratura per bambini e ragazzi nella nostra ricca tradizione culturale ed editoriale.

Le mostre
La Catalogna e le isole Baleari si presentano con due mostre curate dalla libraia Paula Jarrin, e progettate nell’allestimento all’architetto Clara Solà-Morales.

Sharing a Future
Nello spazio centrale della Fiera verranno esposte le opere di 42 illustratori, in gran parte di età inferiore ai 40 anni. La selezione comprende illustratori di Catalogna, isole Baleari e Valencia, con almeno un libro pubblicato all’attivo. L’esposizione è stata progettata come una grande libreria che vuole essere anche uno spazio di relax al centro della Fiera. Sulla scorta della proposta della curatrice, il progetto presenta 42 amache, dedicate ognuna a un illustratore e ripartite in tre settori: prime letture, narrativa e albo illustrato. Le amache invitano il visitatore ad accomodarsi e a scoprire i libri protagonisti del progetto curatoriale, disponibili anche nello stand.

Vet aquí una vegada / C’era una volta
Se alla Fiera si potrà scoprire l’opera della nuova generazione di illustratori, l’esposizione all’Archiginnasio, anch’essa allestita da Clara Solà-Morales, mostrerà come siamo giunti fin qui. Nel chiostro di questo storico edificio verranno presentate le opere di illustratori e illustratrici che hanno aperto la strada e che vantano una carriera consolidata. L’esposizione è scandita dagli archi del chiostro, a cui sono sospese tele su cui sono stampate le illustrazioni di questi artisti e i testi che le accompagnano. A terra, in corrispondenza di ogni tela, sono presentate le principali informazioni relative all’autore in questione.

Programma letterario alla Fiera
Il programma di attività alla Bologna Children’s Book Fair si svolgerà nei quattro caffè che ospiteranno vari incontri e presentazioni fra scrittori, illustratori, traduttori e operatori del settore digitale. Per poter presentare un programma più completo, sono previste ulteriori attività in altri spazi della Fiera.

– Al Caffé degli Illustratori si svolgeranno quattro attività in cui verranno presentati i diversi profili degli illustratori, la loro formazione e la loro internazionalizzazione e in cui saranno offerti spunti di discussione sulle sfide per il futuro della professione.
– Al Caffé degli Autori si terranno due tavole rotonde in cui si discuterà sulla funzione e l’utilità dei premi e sui generi e le tendenze della narrativa per ragazzi.
– Al Caffé dei Traduttori si presenterà il programma di sovvenzioni alla traduzione dell’Institut Ramon Llull e si terranno due tavole rotonde sulla diversità culturale e l’adattamento del linguaggio nella traduzione della letteratura per bambini e ragazzi.
– Al Caffé Digitale verranno presentati diversi organismi e aziende che producono contenuti transmediali a partire da un dibattito fra rappresentanti di diverse iniziative.

Programma in città
Come Ospite d’onore, la Catalogna e le Baleari saranno presenti con eventi diversi in vari spazi della città:
Ricevimento ufficiale a Palazzo Isolani. Lunedì 3 aprile alle 20.00 si terrà il ricevimento dell’Ospite d’onore a Palazzo Isolani, un palazzo settecentesco situato nel centro storico di Bologna. L’evento sarà presieduto dalle più alte cariche della Catalogna e delle isole Baleari e da pari autorità italiane, e accoglierà circa 300 partecipanti fra istituzioni e rappresentanti del settore editoriale catalano e internazionale.

Laboratori e giochi per bambini e famiglie nel chiostro della Biblioteca dell’Archiginnasio con diversi illustratori e le compagnie Toc de fusta e Rodamons Teatre.

– Laboratori e varie attività letterarie nella Biblioteca Salaborsa in cui si discuterà, fra gli altri, della letteratura per bambini adattata e di come parlare ai bambini del dramma dei rifugiati.
– Laboratorio per la realizzazione collettiva di un libro a fisarmonica nell’ambito della mostra Transbook, progetto europeo che verrà presentato alla Salaborsa durante la Fiera.
– Rassegna teatrale per bambini e ragazzi al Teatro La Baracca –Testoni Ragazzi con le compagnie Pea Great Boat, Mariantònia Oliver, Clownisdoscopio Teatre e La Baldufa.
– Rassegna cinematografica per bambini e ragazzi in collaborazione con la Cineteca di Bologna, una delle più importanti del mondo. Verranno proiettati i film Mike sulla luna e Un dia perfecte per volar (Un giorno perfetto per volare) e vari cortometraggi come Smellegg
e Strawberry Pie.
– Simposio sulla letteratura per bambini e ragazzi organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne e il Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin” dell’università Alma Mater di Bologna.
– Seminario di traduzione letteraria catalano-italiano organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università Alma Mater di Bologna.
– Esposizione Història de Catalunya (Storia della Catalogna) dell’illustratrice Pilarín Bayés. Dal 1° all’8 aprile si terrà alla Sala Manica Lunga del Comune di Bologna una mostra sulla storia della Catalogna con oltre quaranta illustrazioni originali e dieci figure
di carta disegnate dall’artista.

Lo stand: Oltre che con la mostra, la Catalogna e le isole Baleari parteciperanno alla Fiera con uno stand di 176 metri quadri. Nei giorni della Fiera, case editrici e agenzie catalane e le istituzioni partecipanti organizzeranno numerosi incontri con case editrici e agenzie di tutto il mondo per presentare le novità letterarie del settore. Da oltre 10 anni l’Institut Ramon Llull si adopera per ampliare la rete di contatti con il settore editoriale internazionale (editori, traduttori, agenti letterari, istituzioni culturali, fiere, festival), con lo scopo di promuovere all’estero l’opera degli autori in lingua catalana.

La partecipazione catalano-baleare alla Bologna Children’s Book Fair è coordinata dall’Institut Ramon Llull insieme al Ministero di Cultura del Governo catalano, l’Institut Català de les Empreses Culturals e l’Institut d’Estudis Baleàrics del Governo delle isole Baleari. Inoltre, il programma si avvale della collaborazione di Associació d’Editors en Llengua Catalana, Gremi d’Editors de Catalunya, Gremi d’Editors de les Balears, ADAL, Associació d’Escriptors en Llengua Catalana, Institució de les Lletres Catalanes, Consell Català del Llibre Infantil i Juvenil (ClijCAT), Associació Professional d’Il·lustradors de Catalunya (APIC), Associació Il·lustra, Associació d’Escoles d’Il·lustració de Catalunya, Biblioteche del Governo catalano, Biblioteche del Comune di Barcellona e Gremi de Llibreters de Catalunya.

Per leggere l’articolo completo, click qui: Catalogna e Baleari ospiti d’onore alla Fiera di Bologna
Sharing a Future: Books in Catalan / La Catalogna e le Baleari Ospite d’onore alla Bologna Children’s Book Fair

Sono in programma in Fiera e in città circa quaranta attività con oltre sessanta partecipanti. Due esposizioni mostreranno gli illustratori più rappresentativi.
La Catalogna e le…
Bologna Childrens Book fair, Comunicati stampa, Eric Rittatore, Festival et similia, Giovani Lettori e Lettrici
afnews.info

Advertisements