Opportunità più unica che rara per gli appassionati di animazione “tradizionale”: in occasione del VIEWFest 2018 potrete scoprire e utilizzare L’Ecran d’Epingles (Schermo di spilli), lo strumento forse più affascinante e impegnativo tra le tecniche conosciute. Lo schermo fu ideato negli anni ’30 da Alexandre Alexeieff e da sua moglie Claire Parker, che lo utilizzarono per realizzare poche quanto memorabili opere quali “Una notte sul monte Calvo” (1933) e “Tre Temi” (1980).

Lo schermo di spilli è stato ricostruito di recente dal francese Alexandre Noyer, in due esemplari, e in sua compagnia questo workshop svelerà i segreti di questo magico strumento, guidando i partecipanti attraverso una serie di esperimenti di animazione,”artistica” nel vero senso della parola.

Ingegnere elettronico e informatico professionista, Alexandre Noyer l’épinglé dedica gran parte del tempo alla sua vera passione: il cinema di animazione tradizionale.
Nato e residente ad Annecy, in Alta Savoia (Francia), è da sempre assiduo dell’annuale Festival internazionale che si tiene nell sua cittadina e gestisce laboratori pratici per ogni tipo di pubblico. Autodidatta, ha sperimentato le diverse tecniche del settore, fino a scoprire quella dello schermo di spilli ideato dalla coppia Alexeieff & Parker.

In occasione di VIEW Conference e VIEWFest, Noyer terrà prima una dimostrazione gratuita venerdì 19 ottobre alle ore 20,20, presso il cinema Massimo di via Verdi 18, e poi una masterclass alle OGR-Officine Grandi Riparazioni di Torino il sabato 20 ottobre, dalle 10 alle 13.

Costo masterclass: 10€

Il pagamento potrà essere effettuato in contanti direttamente alla Masterclass oppure via Bonifico:

Associazione VIEW Conference
BANCA PROSSIMA – Filiale di Milano, Piazza Paolo Ferrari, 10 – 20121 Milano
C/C: 1000/00115602
CIN: R
ABI: 03359
CAB: 01600
IBAN: IT03R0335901600100000115602
BIC: BCITITMX

Lo Specchio di Spilli originale era costituito da un pannello trafitto da centinaia di migliaia di spilli, variamente illuminati da due faretti: l’assorbimento della luce dovuto alle variazioni di profondità di immersione degli spilli creava gradazioni diverse di grigio, consentendo la costruzione di immagini complesse e modificabili. Lo strumento è diventato talmente raro e prezioso che non fu possibile per lui testarlo (nel 2015 ne esistevano solo due al mondo), così decise di creare a sua volta degli esemplari basati su tecnologie moderne. Dal 2016 propone la vendita e l’affitto di schermi della sua produzione, anima conferenze e workshop in tutto il mondo, allo scopo di preservare e aggiornare questa tecnica superba e per troppo tempo dimenticata.

Per saperne di più:

https://www.viewfest.it/

http://alextronique.com/

Per leggere l’articolo completo, click qui:
Opportunità più unica che rara per gli appassionati di animazione “tradizionale”: in occasione del VIEWFest 2018 potrete scoprire e utilizzare L’Ecran d’Epingles (Schermo di spilli), lo strumento forse più affascinante e impegnativo tra le tecniche conosciute. Lo schermo fu ideato negli anni ’30 …
Animazione, Conferenze e Incontri, Eric Rittatore, View Conference
afnews.info sn

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...